Monteforte Anev

Claudio Monteforte di Idnamic nominato membro del consiglio direttivo e della Giunta esecutiva di ANEV

Simone Togni riconfermato ancora una volta alla guida dell’Anev per il prossimo triennio. Questa mattina a Roma, nell’auditorium del GSE, i lavori dell’Assemblea Generale dell’Associazione Nazionale Energia del Vento, per il rinnovo delle cariche elettive.
Riconferma anche per il sannita Claudio Monteforte, amministratore delegato dell’Idnamic, che continuerà ad apportare il suo contributo come componente sia del Consiglio Direttivo che della Giunta Esecutiva dell’ANEV.
anevI vice di Togni saranno, invece: Lucia Bormida (Erg), Josef Gostner (Friel); Rainer Karan (Vestas) e Marco Peruzzi (e2i). A completare l’organigramma il presidente onorario Oreste Vigorito (Ivpc), il segretario generale Davide Astiaso Garcia, il segretario scientifico Luca di Carlo e il tesoriere Andrea Monaco.

Oltre al fortorino Monteforte, nella giunta esecutiva anche: Roberto Aquilini (Engie); Gennaro Di Tuoro (Siemens), Enrico Falck (Falck), Mauro Ferrari (Enercon), Felice Santarelli (Inergia) e Gianluca Veneroni (EDP).

“Nell’ultimo triennio l’ANEV – spiega Togni – ha seguito un costante percorso di crescita che ha visto aumentare il numero degli Associati (oltre il 20% giungendo alle 80 aziende odierne), incrementare la rappresentatività associativa, consolidare la presenza nelle sedi Istituzionali e crescere nelle attività esterne (formazione, convegni pubblici, seminari a porte chiuse, newsletter e Il Pianeta Terra). Inoltre questo triennio ha visto anche il cambio di sede che si è dimostrata estremamente efficace per le nuove sfide oltre che maggiormente adeguata per le nuove esigenze di rappresentanza.
I risultati ottenuti – continua – sono da considerarsi soddisfacenti soprattutto alla luce del fatto che sono stati ottenuti nel triennio più difficile per il settore eolico nazionale di sempre, e sono dovuti in larga parte al lavoro di squadra fatto giorno dopo giorno con il supporto degli Organi Direttivi, dei Gruppi di Lavoro oltre che delle strutture Associative.
Credo che il lavoro fatto negli ultimi anni – conclude Togni – sia stato apprezzato e abbia dato buoni risultati ma, per chi mi conosce, questo significa solo che nei prossimi tre anni avremo da vincere la sfida di fare ancora meglio!”.

Dimostrazione del successo avuto in questi anni è dato anche dalla crescita del numero delle aziende associate giunte a ottanta. Infatti nel triennio appena concluso, che ha visto tra l’altro un periodo di stallo per il settore, vi è stata una crescita significativa con 33 nuove aziende associate, sette nuove aziende nel 2014, undici nel 2015 e quindici tra il 2016 e il 2017 con quindi un trend di crescita costante nel tempo.
Il rinnovo delle cariche elettive coincide anche con il Convegno istituzionale “Eolico e occupazione – il potenziale occupazionale nella Strategia Energetica Nazionale”, organizzato in occasione della Giornata Mondiale del Vento 2017. A fronte della definizione della nuova Strategia Energetica Nazionale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, è necessario infatti definire e quantificare quali saranno le ricadute lavorative che ne conseguiranno. Per quanto riguarda il settore eolico, ai benefici economici ed occupazionali già esistenti – spiegano dall’Anev -, se ne aggiungeranno altri, sia per le nuove installazioni che per il rinnovamento del parco eolico. Il Convegno cercherà di mettere in luce proprio i dati e i possibili scenari al 2030.

Fonte NTR24

Related Post

0 Comments